Mezz’elfi

elfi mezziI mezz’elfi sono elfi la cui linea di sangue si è incrociata con gli umani, spesso ripetutamente. I mezz’elfi sono molto più simili agli umani nella cultura e nell’atteggiamento; spesso si tramandano solo alcune tradizioni dei loro antenati, ma per il resto sono del tutto inseriti nel tessuto sociale in cui vivono. Sono diffusi ovunque ma la popolazione più abbondante si trova nella zona di Nerys dove un tempo sorgeva il centro della civiltà elfica antica. Spesso si può capire quanto sia puro il sangue di un mezz’elfo dalla lunghezza delle sue orecchie e dal taglio degli occhi. Vivono attorno ai 150 anni, ma molto dipende dal loro “pedigree”.

I mezz’elfi iniziarono a diventare numerosi nel periodo del declino degli Shyit, che favorì i matrimoni misti tra gli eredi di casati elfici in rovina e signorotti di razza umana che si sentivano attratti dall’idea di un consorte appartenente alla nobile razza dei “maestri”. Più anticamente i matrimoni tra elfi e umani erano vietati o quantomeno socialmente deprecati. Gli Shyit si rivolsero a questa soluzione soprattutto per disperazione, perché impoveriti e ormai incapaci di difendersi da un mondo divenuto pericoloso, attratti dalla protezione che gli esseri umani, più primitivi ma anche più energici, potevano offrire loro. In questa particolare epoca una moglie elfica era motivo di grande vanto tra gli umani e questo alimentò una vera e propria compravendita che andò scemando solo quando col tempo le due razze si incrociarono in modo più stabile creando un nuovo equilibrio.

Oggi quasi tutti gli elfi euriani sono mezz’elfi; anche quelli di sangue più puro possono contare almeno qualche umano tra i loro antenati. Per questo sono disprezzati dagli elfi nobili che li ritengono dei bastardi (li chiamano spregiativamente “mezzi umani”), mentre sono invece molto apprezzati dagli umani per la loro capacità di riuscire bene in tutti i campi senza la spocchia che contraddistingue i loro simili aristocratici.

Annunci