Sacra Scuola del Fuoco

“Un fuoco circoscritto scalda i campeggiatori, uno libero li uccide. Non lasciatevi consumare dalla vostra rabbia, servitevene come un’arma.” (Da una lezione della Grande Maestra del Fuoco Yltwen)

Accessibile per: Radianti del Fuoco, del Fumo e del Magma.
Caratteristiche chiave: Forza (principale), Destrezza (secondaria)
Energia associata: Calore
Resistenze elementali insegnate: Calore (principale), gas tossici (secondaria)
Competenze: Armi leggere, medie e pesanti, armi doppie, armature leggere e medie
Reliquia: Sacra Armatura del Fuoco

Spesso è considerata la Scuola più distruttiva tra tutte, e a buon titolo: i Solar del Fuoco controllano le fiamme e in battaglia non vanno troppo per il sottile. Sono le punte di sfondamento dei Solar, la loro principale forza d’assalto.

Stile di combattimento: L’arte marziale del Fuoco è certamente la più cruenta tra quelle insegnate dai Solar, perlomeno relativamente ai loro standard. Il motto di un guerriero del Fuoco è “colpisci per primo, colpisci due volte… e poi finiscilo prima che si rialzi”. I Solar del Fuoco possiedono il livello di forza fisica più elevato tra i loro fratelli, per merito delle particolari tecniche di potenziamento muscolare che fanno parte di questa disciplina. Tutto ciò naturalmente ha un costo: le tecniche di combattimento del Fuoco richiedono un grande dispendio di energie, perciò i discepoli di questa scuola cercano di concludere i combattimenti il più in fretta possibile.

L’assetto della Scuola del Fuoco è principalmente offensivo e incoraggia a correre dei rischi pur di danneggiare l’avversario. Gli adepti vengono addestrati a infliggere immediatamente danni critici nei punti vitali del nemico. Questi guerrieri sono capaci di eliminare una gran quantità di avversari in brevissimo tempo, ma se il combattimento si protrae troppo a lungo rischiano di trovarsi in svantaggio. Per questo contano sulla protezione dei loro compagni delle altre scuole, che possono prendere il loro posto quando il loro impeto iniziale si esaurisce e lasciargli il tempo di recuperare.

Poiché il fuoco è un elemento immateriale, etereo e pericoloso, i Solar del Fuoco tendono a muoversi con leggerezza e agilità sul campo di battaglia, infliggendo attacchi rapidi e potenti; questa è soprattutto una caratteristica dei radianti del Fuoco e di quelli del Fumo. I radianti del Magma invece adottano un approccio più fisico, basato su prese e atterramenti.

Poteri Radiant: Nella Scuola del Fuoco, l’uso delle tecniche Radiant è volto a massimizzare i danni inflitti in combattimento. Una tecnica tipica dei Solar più preparati è rivestirsi di un’aura fiammeggiante e dar fuoco alle proprie armi per intimidire gli avversari, causare ustioni in mischia e allo stesso tempo impedire al nemico di avvicinarsi troppo. Il calore sprigionato è tanto un’arma offensiva quanto difensiva che serve a bilanciare l’assetto difensivo debole di questo stile di combattimento.

La Scuola del Fuoco conta molte tecniche d’attacco a distanza e ad area basate sulla pirocinesi, cioè il controllo mentale delle fiamme. Una volta che ha imparato come controllare la combustione dell’ossigeno, un Solar del Fuoco può dare alle fiamme la forma desiderata, creando barriere, sfere infuocate o vortici.

La tecnica della Sacra Furia è il pilastro centrale dello stile di combattimento del Fuoco. Un Solar apprende a concentrare il proprio desiderio di giustizia e a usare il Radiant del Fuoco per bruciare rapidamente le proprie riserve di energia, trasformandosi in una forza inarrestabile.

Malgrado la rabbia sia una componente importante dello stile del Fuoco, la capacità di attuare una combustione interna controllata è il vero marchio distintivo dei signori di questo elemento. L’aura di calore deve rivestire il corpo di un guerriero del Fuoco come un velo sottile, per essere più concentrata quando viene sprigionata.

Incendiare direttamente un soggetto o addirittura bruciare il suo corpo dall’interno rientra normalmente nell’ambito delle tecniche proibite di questa arte marziale ed è considerata una pratica disonorevole perché non lascia possibilità di difesa. I Solar del Fuoco si servono di tecniche simili solo in caso di estrema necessità.

Armi tipiche:  Nella Scuola del Fuoco vengono praticate un vasto numero di armi da mischia e a distanza, anche di tipo pesante per la loro capacità di infliggere danni maggiori. Spada, spadone, giusarma, kukri, katana, falchion da guerra sono tutte scelte molto comuni. Le armi taglienti sono preferite a quelle contundenti e perforanti. Questa scuola vanta una lunga tradizione nell’uso delle armi doppie, in particolare spade, katane, scimitarre, kukri e falchion. Un’arma esotica a due mani caratteristica di questa scuola è il latajang, un’asta con due lame a mezzaluna alle estremità; ne esistono sia con le punte rivolte verso l’interno che all’esterno.

Armature: L’uso dell’armatura dipende dall’approccio scelto dal singolo guerriero. Dato che quello del Solar del Fuoco è un ruolo da combattente di prima linea si tendono a preferire armature medie, ma sono in molti quelli che scelgono le armature leggere per non penalizzare la mobilità e non aggiungere ulteriore affaticamento. Una corazza tipica da guerriero del fuoco di solito include un pettorale di cuoio sbracciato, protezioni per avambracci e stinchi e a volte un elmo coprifronte. Questo tipo di equipaggiamento protegge le parti vitali lasciando un’ottima libertà di movimento. Alcuni discepoli del Fuoco, tipicamente quelli del Magma, che preferiscono le armi pesanti come spadoni o addirittura spade giganti di tipo ammazzacavallo, optano invece per le armature pesanti, rinunciando alla mobilità in favore della protezione.

Virtù cardinali: Onore, Giustizia, Verità.
Il sacro Fuoco brucia l’empietà e dissipa l’ombra gettata dalle menzogne. Il discepolo del Fuoco è un purificatore; egli vive, combatte e muore con Onore, segue nelle sue azioni la Giustizia e persegue il raggiungimento della Verità, intesa sia come principio benefico che soggetto di indagine spirituale. È la scuola che richiede la più robusta costituzione morale, poiché senza uno spirito retto essa stessa finisce per consumarti.

Classi di prestigio: Quello del Fuoco è un cammino abbastanza esclusivo e non ha sotto-discipline di grande rilevanza. I Solar del Fuoco dotati di una forte fede in Helios spesso intraprendono il cammino di Campione Consacrato.

Monasteri di eccellenza: Solenor e Nerys sono certamente tra le migliori sedi per l’apprendimento delle discipline del Fuoco, ma anche il monastero di Tawacaran al confine con le terre selvagge del Ramadorn si sta rapidamente affermando.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...