Tom Taravon

TomPrima apparizione: Libro I – La Spada dai Sette Occhi
Razza: Umano
Età: 13 anni
Provenienza: Andorr
Parentele e relazioni:
padre sconosciuto; madre Sarah, deceduta; fratello Eric, disperso.

Storia: Tom è un ragazzo di strada, che per tutta la vita è sopravvissuto rubacchiando. Prova a borseggiare Peter poco dopo il suo arrivo ad Andorr, ma viene scoperto e mentre tenta la fuga finisce tra le grinfie di un boscaiolo derubato in precedenza, che vuole tagliargli un braccio per vendicarsi. Peter interviene per salvarlo e nella rissa che segue Tom scopre di essere affascinato da quel misterioso straniero, così decide di seguirlo per scoprire di più su di lui. In seguito si ritrova coinvolto nella battaglia tra Peter e Lerryt per la libertà di Lidia, nella quale da’ un contributo fondamentale, guadagnandosi la loro amicizia. Dato che ormai sa troppo, Peter decide di portarlo con sé a Solenor, dove potrebbe ritrovare Eric, il fratello che non vede da quando era bambino.

Tom-07Personalità: “Arsenio Lupin” in miniatura, Tom è un giovane ladro scavezzacollo perennemente a caccia di bottino. I valori che lo guidano non sono certo verità e giustizia, ma la ricerca dell’avventura, della fama e soprattutto della ricchezza. E’ incosciente e si caccia spesso nei guai, eppure sembra capace di risolvere molte situazioni grazie a un misto di abilità, istinto e fortuna. Dietro quella sua aria da innocentino sa essere una vera canaglia infame e doppiogiochista, eppure è sinceramente affezionato ai suoi amici, in particolare al piccolo urpo che si porta dietro. E’ notoriamente uno sporcaccione e cerca sempre di spiare Lidia, palpeggiarla o sottrarle della biancheria, tentativi che vengono puntualmente stroncati nel sangue. Ritiene che rubare sia un’arte, ed è convinto che la sua massima espressione sia il furto con destrezza, in cui la vittima non si accorge nemmeno di venire derubata e quindi non c’è alcuna aggressione violenta.
Tuttavia, a dispetto di questa sua facciata spensierata, Tom è un ragazzo con un’infanzia difficilissima alle spalle, che in lui ha lasciato ferite profonde. Per molto tempo è stato abbandonato a se stesso: non ha mai conosciuto suo padre, sua madre non gli dava sufficienti attenzioni, e il suo unico fratello lo ha abbandonato per inseguire un sogno futile. Questa instabilità e la mancanza di un modello (che ha recentemente trovato in Peter) gli ha impedito di sviluppare una intima consapevolezza di certi importanti valori quali l’amicizia e l’altruismo, ma il viaggio che ha intrapreso lo sta lentamente portando a maturare.

Tom-06

Origini: Tom è nato e cresciuto ad Andorr, uno squallido villaggio vicino a un lago. Suo padre se n’è andato prima che nascesse, e di lui non sa quasi nulla. Eric, suo fratello maggiore, ha ricoperto per un po’ questo ruolo, ma il suo sogno era diventare un bardo famoso e quando Tom aveva solo otto anni partì per Solenor in cerca di fortuna; per un po’ mantenne i contatti, ma ben presto di lui non si ebbero più notizie. La madre di Tom, Sarah, che era già malata da prima che Eric partisse, morì poco dopo, aspettando invano fino all’ultimo il ritorno dell’uomo che le aveva dato due figli, dopo essere lentamente scivolata in una blanda follia ad occhi aperti. Da allora Tom non ha più avuto nessuno al mondo ed è stato costretto ad occuparsi di se stesso. E’ riuscito a sopravvivere solo imparando a rubare, e non ha più smesso; ora che sta diventando grande ha deciso di voler diventare il migliore.

Capacità: Tom possiede un’elevata destrezza e un’ottima coordinazione occhio-mano, in più è anche ambidestro. E’ un grado di borseggiare quasi chiunque senza farsi scoprire ed è capace anche di scassinare le serrature. In più è molto abile nel lanciare dei piccoli pugnali con cui riesce a ferire o stordire i suoi inseguitori, anche se non li ha mai usati per uccidere.

Urpy

Nella foresta di Silentwood Tom trova un cucciolo di urpo da combattimento che decide di prendere con sé; per pigrizia, lo chiama semplicemente “Urpy”. I due si affezionano molto l’uno all’altro, nonostante Tom non faccia che dire di volerlo mangiare o vendere alla prima occasione. Non sa quanto possa rivelarsi utile per tenere lontani i Silenziosi che infestano la foresta!


Gallery

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...