Bohrs

Prima apparizione: Libro II – L’Armata degli Scheletri
Razza: Boharrim
Nome completo: Bohrs Utgarth
Età: 37
Provenienza: Terre Grigie
Parentele e relazioni: Clan Utgarth; padre e fratello maggiore deceduti; sorella minore Sigrun, deceduta.
Organizzazioni: Armata degli Scheletri
Grado: Generale

“La vendetta è l’unica vera giustizia.”
“Nessun ripensamento. Nessuna debolezza. Nessuna pietà.”

Origini

Bohrs è l’ultimo leader degli Utgarth, un clan di boharrim esiliato da secoli nelle Terre Grigie. Sin da quando sono stati espulsi dall’Euras per i loro crimini, i boharrim sognano di conquistare una loro terra e formare una loro nazione in un territorio fertile. Questo li ha spinti più volte ad attaccare i confini dell’Euras. Una di queste battaglie si è combattuta a Southgard nel 2423, quando il padre di Bohrs condusse il suo clan in un assalto furioso contro la fortezza, solo per essere respinto da Gabos che in tale occasione fu costretto a uccidere sia il capoclan che il fratello maggiore di Bohrs. Il Grande Maestro decise di risparmiare il giovane guerriero boharrim, che a dispetto del suo gesto pietoso gli giurò eterna vendetta.

Storia

Dopo venti anni di esilio, un’occasione per esigere la vendetta da lungo attesa si presenta a Bohrs quando Vonatar gli offre di unirsi all’Armata degli Scheletri. Bohrs accetta di diventare un generale marchiato, trasformandosi in un’inarrestabile macchina omicida. Dopo aver contribuito a espugnare Southgard conduce i suoi boharrim in territorio euriano dove si lascia dietro una scia di devastazione. Per lanciare una sfida diretta a Gabos, distrugge Federgald, un avamposto minerario di proprietà del clan Dumithral, facendo strage dei nani che vi lavoravano per poi esporre le loro barbe sul proprio trono. Bohrs invade e riduce in macerie anche la città di Nind, per poi montare un lungo assedio al vicino monastero Solar di Thella. Qui, spalleggiato dal drago Fazoul del Sole Oscuro, impegna i Solar in una serie di schermaglie che lo portano a scontrarsi nuovamente con l’odiato rivale, giunto nel frattempo in soccorso degli assediati. Nel corso di una battaglia, la sorella di Bohrs, Sigrun, perde la vita. Quando Bohrs capisce che il responsabile della sua morte non è Gabos ma lo stesso Fazoul, lo avvelena per privarlo dei suoi poteri e quindi lo uccide, sottraendogli l’Armatura del Magma.

Durante l’attacco finale al monastero, Bohrs perde man mano tutti i suoi uomini e infine precipita in un crepaccio. Il generale sente che la sua fine è vicina, tuttavia prima di abbandonarsi alla morte viene raggiunto dallo spirito di Iskeeg, il demone del magma che vive nell’Armatura, il quale gli offre di stringere un legame con lui esigendo in cambio la sua vita. Bohrs accetta e l’Armatura del Magma si attiva, conferendogli un incredibile potere.

Animato da una collera sovrannaturale, Il generale travolge con facilità i Solar. A sbarrargli il passo arriva ancora una volta Gabos che lo impegna in un duello brutale che finisce per devastare il monastero. Durante lo scontro lo spirito di Iskeeg si manifesta e Bohrs si tramuta in una gigantesca scolopendra di magma fuso, mettendo Gabos in seria difficoltà. Con una carica, Bohrs riesce a strappare un braccio al Grande Maestro, ma quando sta per ucciderlo Gabos si tramuta in un colossale elementale di pietra e riesce finalmente a porre fine alla sua scia di distruzione, schiacciandolo come un verme.

Personalità

Bohrs è senza dubbio un leader forte, tanto per la sua gente quanto per l’Armata degli Scheletri. Possiede una volontà inflessibile, che unita a un’astuzia spietata e al suo assoluto disprezzo per la vita umana lo rende un nemico temibile. Meglio non farsi ingannare dal suo atteggiamento posato: sotto le apparenze ha un carattere brutale, ed è letteralmente ossessionato dalla vendetta. Il suo odio verso Gabos lo consuma al punto che preferisce rinunciare alla sua vita e trasformarsi in un demone piuttosto che accettare la resa.

Capacità e poteri

Fin dalla giovinezza Bohrs è rimasto impressionato dal potere dei radianti e ha cercato un modo per contrastarli, cosciente del fatto che qualsiasi attacco all’Euras sarebbe stato respinto dai Solar. A questo scopo ha donato la sua anima a Vonatar lasciandosi imprimere il Marchio di Exus, ottenendo forza e resistenza superiori a qualsiasi membro della sua razza. In seguito è riuscito, pur non essendo un radiante, a legarsi all’Armatura Segreta del Magma sottratta a Fazoul ottenendo una potenza ancora superiore. In questo stato Bohrs ha la capacità di sprigionare da tutto il corpo un calore di migliaia di gradi e possiede una forza disumana. La sua furia lo rende immune alle tecniche telepatiche ed è in grado di resistere alla maggior parte dei poteri Radiant. Il legame con il demone Iskeeg gli conferisce inoltre un’aura demoniaca soprannaturale e la capacità di trasformarsi in un colossale millepiedi di lava. Poiché non possiede immunità al calore, però, usare l’Armatura lo consuma al punto di causargli ustioni profonde.


Taccuino dell’autore

Suini guerrieri. Quando provo a pensare a questo concetto, ecco la prima cosa che mi viene in mente:

© Disney

Aver trasformato un personaggio che poteva risultare ridicolo come Bohrs in una vera e propria minaccia lo considero quindi uno dei miei maggiori successi come creatore di cattivi! 😀

A fargli guadagnare punti è stato senz’altro il fatto di renderlo estremamente diretto, brutale e allo stesso tempo astuto e sprezzante del pericolo. Per tutta la sua storia, Bohrs dimostra una volontà di ferro. Chi si sarebbe mai aspettato che uno come lui sarebbe stato capace di far fuori a mani nude un drago potente come Fazoul e addirittura di usare l’Armatura del Magma al posto suo, arrivando quasi a uccidere un Grande Maestro del livello di Gabos? Niente male, Pumbaa. Ti sei guadagnato un posto nel paradiso dei villain!

Tra i lettori quasi nessuno se n’è reso conto, ma l’evoluzione demoniaca del personaggio è un omaggio al generale Okkoto del film Princess Mononoke dello Studio Ghibli. Nell’anime, Okkoto è un leader dei cinghiali guerrieri, testardo e valoroso, che vuole annientare gli esseri umani. Quando viene ferito e perde i suoi soldati il rancore lo trasforma in un demone facendo fuoriuscire dal suo corpo del sangue che prende la forma di tanti vermi. La stessa cosa succede a Bohrs, che alla fine si trasforma in una scolopendra in piena regola! Una scolopendra di lava alta 100 metri, però…

© Studio Ghibli
Annunci