Tecniche Radiant >

Una tecnica Radiant è un’applicazione pratica del Radiant grezzo che viene strutturata non da una divinità, ma direttamente da un radiante. Tale applicazione può avere effetti di vario genere, non solo di tipo fenomenico, ma anche corporeo, mentale o spirituale, e incorporare tecniche di arti marziali come parte integrante della sua esecuzione. Vi possono essere inoltre componenti verbali o gestuali che hanno lo scopo di favorire la concentrazione, anche se tali espressioni di solito non sono realmente necessarie ai fini dell’esecuzione.

Le tecniche Radiant sono state sviluppate dai Solar come espressione della Via del Radiant; poiché legate alle proprietà fisiche degli elementi, esse hanno un limite universale: i fenomeni che producono non possono violare le leggi della fisica. Limite questo valido in realtà per ogni forma di magia, ma ben più palese per i radianti, che non possiedono la capacità di strutturare effetti Radiant complessi al pari delle divinità ottenendo manifestazioni apparentemente miracolose. Le tecniche Radiant sono diverse dalla magia proprio in quanto si basano su un singolo elemento e cercano di produrre sempre un effetto specifico a breve termine. Gli effetti a lungo termine sono particolarmente difficili da produrre per i radianti, perché tali fenomeni sono possibili solo creando un’alterazione permanente nel modo in cui il Radiant fluisce nel mondo, e ciò richiede capacità e sforzi notevoli.

Per eseguire una tecnica, un radiante deve convogliare il Radiant attraverso il proprio corpo e strutturarlo nella forma desiderata, operazione questa che esige un intenso sforzo fisico e mentale. La concentrazione è il fattore essenziale per strutturare la tecnica, mentre l’allenamento ne aumenta la potenza, la portata e l’efficacia. Contrariamente alla magia accademica, nel processo non sono coinvolte né codifiche matematiche né invocazioni religiose.

Poiché il radiante non è assistito da una coscienza superiore nel suo atto di strutturare il Radiant, per riuscire a eseguire una tecnica egli deve conoscere nei dettagli la natura dei corpi che manipola. Un guaritore non potrà far rimarginare una ferita semplicemente desiderando che ciò accada come fa un chierico; dovrà ricostruire personalmente muscoli, vene e ossa, e per far ciò deve conoscere a fondo l’anatomia umana. La conoscenza delle leggi fisiche è fondamentale per eseguire correttamente le tecniche Radiant, perciò i Solar uniscono all’addestramento marziale anche un approfondito studio delle materie teoriche che ne spiegano l’applicazione. Un Solar dell’Acqua dovrà studiare dinamica dei fluidi, un Solar della Terra geologia e metallurgia, un Solar del Fuoco chimica, e così via. Nel corso dei secoli, questa necessità ha spinto i Solar a un’esplorazione sempre più approfondita del mondo fisico, rendendoli protagonisti di scoperte fondamentali in campo scientifico oltre che nelle discipline spirituali.

Esiste un ventaglio limitato di tecniche universali, che possono essere apprese da qualsiasi radiante; tutte le altre fanno parte di una Sacra Scuola e sono accessibili soltanto ai radianti legati a un elemento compatibile.

Classificazione delle tecniche Radiant

In generale, le tecniche Radiant si dividono in quattro categorie principali:

  1. Tecniche di base. Si tratta di abilità fondamentali che fanno da preparazione per le tecniche più avanzate. Le tecniche di base consentono di produrre fenomeni semplici e immediati, come una folata di vento o accendere un fuoco. La maggior parte dei radianti è in grado di utilizzare almeno qualche tecnica di base; tra i Solar vengono insegnate fin dai primi ranghi. La maggior parte delle tecniche superiori sono delle versioni perfezionate di quelle di base o ne richiedono la conoscenza.
  2. Tecniche intermedie. Sono tecniche maggiormente strutturate, di maggiore difficoltà, che richiedono un addestramento specifico. Sono accessibili a partire dal rango di Apprendista, ma di solito non vengono insegnate prima che un Solar abbia raggiunto il grado di Guerriero. Esempi: respirare sott’acqua, volare.
  3. Tecniche avanzate. Queste arti superiori, praticate soltanto dagli esperti, sono potenti e difficili da eseguire. Di solito il rango minimo per iniziare ad apprendere le tecniche avanzate è quello di Maestro. Esempio: creare una tempesta.
  4. Tecniche Sacre (o supreme). Queste tecniche sono le più potenti, solo Arcimaestri e Grandi Maestri sono in grado di praticarle. Le tecniche sacre sono anche le più pericolose da usare in combattimento, per questo il loro uso è normalmente ristretto ai momenti di vera necessità. Esempio: trasformarsi in un elementale fatto di energia.

Altri tipi di tecniche

  • Tecniche combinate. I Solar si addestrano a eseguire tecniche che sfruttano una combinazione dei poteri di due o più guerrieri appartenenti a elementi diversi. Questi sforzi congiunti consentono di ottenere effetti impossibili per il singolo radiante che possono sorprendere i nemici e mutare il corso di una battaglia. Esempio: bagnare il pavimento ed elettrificarlo per colpire più avversari.
  • Tecniche collettive. Una tecnica collettiva è una tecnica combinata in cui non solo due o tre, ma decine o addirittura centinaia di radianti uniscono i loro sforzi per ottenere effetti su vasta scala. Lavorando all’unisono, le aure dei singoli entrano in risonanza le une con le altre, amplificandosi a vicenda fino a produrre fenomeni di grande portata. Le tecniche collettive di solito si eseguono con gruppi di Solar appartenenti alla stessa Scuola, tuttavia ne esistono di particolarmente potenti che combinano gli sforzi di più Scuole. Si usano raramente, soprattutto per sconfiggere un esercito nemico, o far fronte a una catastrofe naturale. Vanno eseguite con attenzione in quanto, se qualcosa va storto, se ne può perdere il controllo e causare delle vere e proprie calamità, per questo sono sempre gestite da un leader che stabilisce il comportamento del gruppo, tipicamente il Grande Maestro. Sincronizzandosi sull’aura del leader, i membri del gruppo riescono a regolare con grande precisione le proprie aure, entrando in un vero e proprio stato mentale collettivo in cui decine di individui agiscono all’unisono come se fossero parte di un superorganismo. Con questo metodo è più facile ottenere effetti Radiant a lungo termine o addirittura permanenti. Esempi: più radianti dell’Aria che collaborano per cambiare il clima di una regione, più radianti del Fuoco e della Terra che deviano una colata di lava diretta verso una città.
  • Tecniche speciali. Si tratta di tecniche accessibili solo ai praticanti di particolari classi di prestigio. Ad esempio, gli agenti segreti dei Solar apprendono delle tecniche particolari per camuffare la propria aura.
  • Tecniche magiche. In questa sottocategoria rientrano le tecniche potenziate con consacrazione divina, o che richiedono componenti per incantesimi arcani. Poiché le tre Vie non si escludono a vicenda, infatti, un radiante con la preparazione adatta o una forte fede può alterare una normale tecnica per funzionare come un incantesimo. Ad esempio, i Campioni Consacrati, una particolare classe di Solar di ispirazione lethariana, possono consacrare le proprie tecniche tramite la Via della Convinzione per renderle più efficaci contro le creature innaturali.
  • Tecniche segrete. Alcune tecniche non sono liberamente accessibili. Il loro apprendimento può essere ristretto a Solar dotati di una particolare specializzazione, o vietato per motivi di sicurezza, o semplicemente la conoscenza di tali tecniche è incompleta, si è persa nel tempo o i dettagli sono noti soltanto a pochi soggetti.
  • Tecniche proibite. Nelle normali regole di ingaggio i Solar vietano o limitano l’uso di alcune tecniche considerate disumane per la loro natura particolarmente violenta e crudele. L’uso di tali tecniche è severamente proibito nei confronti di un confratello e per utilizzarle contro dei nemici occorre l’autorizzazione di un superiore, o che la situazione lo richieda. Esempio: bruciare un corpo vivente dall’interno.
  • Tecniche innate. Si tratta di abilità Radiant uniche, accessibili solo a radianti dotati di una particolare predisposizione genetica o di una mutazione che ha conferito loro facoltà particolari. Ad esempio il grido sonico di Dawn, o il controllo vegetale praticato da alcuni gnomi.
  • Tecniche ibride. Esistono rari casi di radianti in grado di incanalare più di un tipo di Radiant. Quando ciò accade, si parla di tecniche ibride, cioè di tecniche utilizzate da un singolo soggetto che sfruttano più tipi di Radiant. Ciò può avvenire anche con l’ausilio di oggetti magici dotati di un’aura particolare.
  • Tecniche leggendarie. Le più potenti in assoluto, superiori perfino a quelle sacre. Sono in pochissimi a conoscerle e ancora meno quelli in grado di praticarle, perfino tra i Grandi Maestri. Per eseguire una tecnica leggendaria è necessario andare ben oltre la soglia di ascensione elementale, oppure bisogna possedere un dono particolare.

Alimentazione delle tecniche Radiant

L’esecuzione di ogni tecnica Radiant comporta un certo consumo di energia da parte dell’esecutore. Tecniche diverse hanno modalità di esecuzione e consumi diversi.

  • Attivata: Una tecnica a uso singolo, che esaurisce il suo effetto una volta lanciata. Esempio: Fulmine.
  • Passiva: Una tecnica che viene assimilata dall’esecutore al punto di essere sempre attiva. Esempio: resistenza a un elemento.
  • Prolungata: Una tecnica che una volta eseguita resta attiva senza consumare Radiant, fino al suo naturale esaurimento. Esempio: Fortezza del Sole.
  • Sostenuta: Le tecniche sostenute sono tecniche prolungate a consumo attivo, cioè richiedono un’alimentazione costante per restare in azione. Ne esistono due sottotipi:
    • Sostenuta a consumo stabile: la tecnica sottrae una certa quantità fissa di Radiant dalle forze dell’esecutore per essere mantenuta attiva. Tecniche di questo tipo possono essere mantenute attive per un tempo indeterminato, almeno finché l’esecutore non ha bisogno di riposo. Esempio: Volo.
    • Sostenuta a consumo cumulativo: mantenere attiva la tecnica esaurisce progressivamente le forze dell’esecutore. Tecniche di questo tipo possono essere mantenute attive solo per un tempo limitato perché comportano uno sforzo che si accumula. Esempio: Gloria Elementale.

Lista delle tecniche Radiant divise per scuole

Un elenco in costante aggiornamento di tutte le tecniche Radiant incontrate negli episodi di Darkwing.

Tecniche universali e multidisciplinari

Tecniche dell’Energia Positiva

Tecniche dell’Aria

Tecniche dell’Acqua

Tecniche del Fuoco

Tecniche della Terra

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...