Erin

Prima apparizione: Libro III – La Freccia d’Oro
Razza:
 Umana, radiante del Fumo
Età:
 circa 19 anni
Provenienza:
sconosciuta (sospettata: Silentwood)
Parentele e relazioni:
 nessuna conosciuta; affiliata a Nashejrazam
Organizzazioni:
 Sole Oscuro
Scuola e rango: Grande Maestra della Scuola Segreta del Fumo
Maestri: Evanesco Degràs, Nashejrazam

“Nell’organizzazione di Nashejrazam non c’è posto per i deboli.”

Erin è l’attuale Grande Maestra della Scuola Segreta del Fumo del Sole Oscuro. Giovanissima, ma già contraddistinta da un’abilità pari soltanto alla sua spietatezza, serve i loschi piani di Nashejrazam svolgendo per lui incarichi come sicario.

Storia

Erin fa il suo debutto durante la battaglia di Deras Lamantir, ma abbiamo modo di conoscerla meglio nel DLC Dal Tramonto all’Alba che si svolge cronologicamente prima di tali eventi. Nel prologo del libro si trova ancora all’accampamento di Greyven sorto attorno al monastero di Thella, dove prende parte alla tortura di Thorben, un nipote di Gabos, a cui amputa varie dita. In seguito lei e Fazoul hanno un diverbio in cui Erin dimostra il suo disprezzo per il drago e la sua superiorità nelle arti del Radiant. Gioca inoltre un ruolo di primo piano nella fine dello stesso Fazoul, che non ritiene degno di far parte del Sole Oscuro.

Subito dopo Erin si reca a Deras Lamantir assieme al wolfkahn Inverno, riunendosi al troncone principale dell’Armata degli Scheletri guidato da Vonatar e Sindel in persona. Qui aiuta i greylander sterminando tutti gli occupanti di Brokentower, dove viene sorpresa da Kai e Dawn. Erin riesce quindi a stordire Dawn con una lama avvelenata arrivando molto vicino a far perdere la battaglia ai Solar, anche se i suoi propositi vengono vanificati da Kai, che – seppur a caro prezzo – riesce a rianimare la giovane e a salvare Deras Lamantir dall’annientamento. A questo punto, però, Erin scompare. Ricomparirà nuovamente a Thella, dopo la devastante battaglia tra Bohrs e Gabos, per recuperare l’Armatura del Magma e riconsegnarla a Nashejrazam.

Origini

Le origini di Erin, proprio come lei, sono ancora in gran parte avvolte nella nebbia. L’unica cosa che sappiamo per certo finora è che Kai la trova familiare. Proprio Kai, durante il suo viaggio attraverso Silentwood al seguito di Peter, aveva scoperto in una capanna abbandonata una serie di indizi che parlavano di una bambina dagli occhi violetti e dall’indole crudele, che indossava le nebbie della foresta come un manto portando alla morte i viandanti e che intimidiva perfino gli spettri (vedi Darkwing vol. 1 edizione Redux). Se Erin fosse la bambina di cui si parla nel diario, questo significherebbe che è stata allevata a Silentwood da una strega e che suo padre potrebbe essere un Solar. Non è noto, tuttavia, cosa le sia accaduto di preciso dopo la morte di sua madre e come sia finita nell’organizzazione di Nashejrazam. Una volta entrata nel Sole Oscuro è stata addestrata dal precedente Grande Maestro della Scuola Segreta del Fumo, lo gnomo killer Evanesco Degràs, per poi succedergli dopo la sua dipartita.

Personalità

Erin è una ragazza palesemente disturbata. Dietro ai suoi atteggiamenti adolescenziali e al suo infantile senso dell’umorismo c’è una mente malata che gode nell’infliggere dolore, una psicopatica sadica e assassina in piena regola. Di certo non ha paura di sporcarsi le mani, e il suo addestramento ninja la rende qualcosa di assolutamente letale. Uccide senza pietà e senza rimorsi, ma soprattutto sembra divertirsi molto a farlo. Se Erin ha mai avuto un’anima, Nashejrazam gliel’ha portata via da tempo, trasformandola nel suo micidiale sicario; la sua cattiveria è tale che non ha avuto difficoltà a legarsi al demone Vehîl prigioniero nell’Armatura del Fumo. Tratta Nashejrazam come una figura paterna, arrivando a chiamarlo addirittura “paparino”.

Capacità e poteri

Difficile per ora stabilire la piena estensione delle facoltà di Erin. Dalle poche informazioni sul suo conto sembra che, pur essendo la più giovane Grande Maestra attualmente in circolazione, abbia dei poteri smisurati, in grado di intimidire perfino i suoi pari. E’ incredibile agile, e possiede una mira talmente precisa da far cambiare traiettoria a un proiettile a mezz’aria colpendolo con un altro. Può raggiungere la soglia di ascensione in un battibaleno apparentemente senza aver bisogno di concentrarsi, occultare la sua aura in modo pressoché perfetto e tramutarsi in una nube di gas velenoso. A completare il tutto c’è il suo eccellente addestramento da assassina ninja. Inoltre è esperta nella creazione di veleni sofisticati in cui intinge le sue armi. Con un’Armatura Segreta a sua disposizione, presumibilmente ha accesso anche ai poteri demoniaci di Vehîl che la rendono ancora più forte e temibile. Potrebbe tranquillamente essere la più pericolosa tra i membri del Sole Oscuro, quasi al livello di Nashejrazam!


Taccuino dell’autore

Tenete d’occhio la nostra piccola Erin, se amavate Sindel impazzirete per lei. E’ perfino più pazza e crudele della nostra xaeling! Ci siamo rifatti a modelli goth/dark con un tocco ninja per svilupparla.

Una piccola curiosità: nella prima bozza di Darkwing il Grande Maestro del Fumo era un giovane maschio albino e si chiamava Liam, ma ben presto ho deciso di cambiare e ho creato Erin, riciclando il nome per il mezz’elfo di Thella. Personalmente sono soddisfatto del cambiamento: il fatto che Erin sia una ragazzina dalla mente contorta la rende ancora più inquietante!

Annunci